Adesso nelle Marche potremo avere dati in tempo reale sui flussi turistici

Adesso nelle Marche potremo avere dati in tempo reale sui flussi turistici

Approvata all’unanimità dal Consiglio regionale una mozione presentata dal Movimento 5 Stelle

Adesso nelle Marche potremo avere dati in tempo reale sui flussi turisticidi PIERGIORGIO FABBRI*

ANCONA – Negli ultimi anni il mercato del turismo è fortemente cambiato, complici anche le nuove tecnologie che hanno messo a disposizione scelte e opportunità più vaste. Una buona amministrazione ha il compito di mettere in atto strumenti adeguati per comprendere e gestire questo cambiamento. Esiste la legge regionale 9 del 2006, che introduceva alcune modalità di rilevamento statistico delle presenze e istituiva un osservatorio del turismo, comprendente un sistema di rilevazione dei movimenti turistici, dei prezzi e delle presenze, chiamato “istrice”. Come spesso purtroppo accade, però, lo strumento seppur adatto, era attuato in modo assolutamente insoddisfacente: fino a poco tempo fa la pubblicazione dei dati era ferma all’anno 2014 mentre per l’anno 2015 erano ancora in fase di acquisizione. Va bene che c’è stato il terremoto, ma ormai è passato un anno e la scusa “emergenza sisma” non regge più.

I ritardi riscontrabili fino ad ora dipendono anche dagli operatori turistici, che dovrebbero caricare i dati, ma non sempre lo fanno, e soprattutto li trasmettono con ampio ritardo. La legge regionale però fornisce gli strumenti per smuovere la situazione, attribuendo ai Comuni la responsabilità di vigilare e sanzionare. Con la mia mozione, oggi approvata in aula all’unanimità, voglio pungolare la Giunta affinché dia reale attuazione all’osservatorio sul turismo, attraverso una maggiore trasparenza, e facendo in modo che i dati trasmessi dagli operatori delle strutture ricettive marchigiane, siano resi disponibili in tempo reale, e in tal senso i Comuni devono espletare le azioni di controllo e quelle sanzionatorie. Avere accesso a dati aggiornati permetterebbe agli operatori di avere informazioni utili, ad esempio, per la programmazione delle promozioni o per la gestione del personale nelle settimane successive. Di certo dati vecchi di un anno non servono a nulla. Ci rincuora invece sapere, come ha affermato oggi l’assessore Pieroni, che nei quasi 7 mesi intercorsi tra la presentazione della mia mozione e la sua discussione in aula, la Regione con il programma “istrix2” si stia muovendo proprio nel senso da me richiesto.

*Consigliere Regionale M5S

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it