Remigio Ceroni: “Servono misure preventive per garantire la sicurezza dei cavalcavia”

Remigio Ceroni: “Servono misure preventive per garantire la sicurezza dei cavalcavia”

Nuova interpellanza al Governo del senatore marchigiano che chiede chiarimenti anche sulla chiusura di una struttura di Camerano

ROMA – “Il Governo deve con urgenza mettere in atto misure per verificare la sicurezza di ponti e viadotti e procedere con interventi immediati su quelli che non risultano conformi alle norme.

Lo sollecitiamo da tempo, ma il Governo è completamente inerte. Le istituzioni preposte debbono mettere al primo posto l’incolumità dei cittadini. L’inerzia porta a cedimenti improvvisi e a tragedie come quella avvenuta a Camerano il 9 marzo scorso che ha ucciso due automobilisti, e quella di ieri avvenuta a Fossano, dove solo per miracolo non ci sono state vittime.

La mancata messa in atto di misure preventive, determina poi la necessità di chiudere improvvisamente un cavalcavia come è avvenuto sempre a Camerano, dove la ditta Baldini, che svolge il suo lavoro prevalentemente con mezzi pesanti, rischia di cessare l’attività e far perdere 15 posti di lavoro. Quindi dopo la perdita di vite umane, si sommano i danni economici”.

Questa la dichiarazione del senatore marchigiano Remigio Ceroni che ha presentato, questa mattina, un’ulteriore interpellanza chiedendo al Governo come intenda procedere per consentire alla ditta Baldini di continuare a svolgere la sua attività.

 

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it