Nella Gran fondo Città di Porto Sant’Elpidio vince il binomio “sport & turismo”

Nella Gran fondo Città di Porto Sant’Elpidio vince il binomio “sport & turismo”   

Tandem veneto-romagnolo in vetta: Zanetti – Barchi. Barbara Lancioni filottranese regina rosa

Nella Gran fondo Città di Porto Sant’Elpidio vince il binomio “sport & turismo”   Nella Gran fondo Città di Porto Sant’Elpidio vince il binomio “sport & turismo”

di UMBERTO MARTINELLI

PORTO SANT’ELPIDIO – LA 5^ edizione della fascinosa maratona del ciclismo popolare dai grandi numeri testimonia la forza del progetto, consistente nella promozione e nella fruizione del territorio, attraverso la strategia fondata sulla raffinata ospitalità e sulla capillare visibilità multimediale (Rai Sport e Rai Tre in primis).

DAL ‘DIAMANTE’ della Loriblù (raffinato ritrovo della carovana) al lungomare Trieste (scenografico e coreografico arrivo della coppia dominatrice, la cui danza non trova infine ostacoli).

SOLARITÀ piena, pubblico folto e gratificato a salutare il qualificatissimo tandem Igor Zanetti (veneto dello Scott Team Gran Fondo) – Cristian Barchi (romagnolo della Cannondale – Gobbi FSA): maglie diverse, ma stesso ramificato pool di vertice: imprendibile negli ultimi 30 km.

TRAGUARDO tagliato mano nella mano. Quattro braccia al cielo (con la scorta dei gialli capodarchesi motospeaker, Gaetano e Simone Gazzoli).

A infilare il bronzo e a regolare in volata gli inseguitori è l’elpidiense di Cascinare, Alessandro D’Andrea (già iridato per i colori dello Studio Moda – Hair Gallery – Monturano).

Tutti granfondisti dai significativi trascorsi, tra i professionisti e gli élite-under 23.

REGINA ROSA: la titolatissima filottranese Barbara Lancioni (nel giorno in cui il concittadino e collega professionista Michele Scarponi torna a vincere nel Tour of The Alpes).  Sul podio con lei salgono Mirela Victoria Nemes e Orietta Schiavoni.

La GRAN Fondo Città di Porto S.Elpidio regala alla coinvolta comunità l’atteso allestimento vincente, confermando la valenza del binomio ‘Sport & Turismo’.

TUTTO ha il nome di ‘qualità’ e di spaziante visione, ribadita dal “Gran Prix Coste Fermane” (mega-premio al vincitore della combinata, all’indomani della Gf Marca Fermana della prima domenica di ottobre).

LA STORIA (seppur ‘giovanissima’) della manifestazione è già una catena di eventi: da quello Tricolore (prova unica del Campionato Italiano  due anni fa) a questo del 2017.

ORGANIZZAZIONE e schieramento di forze da Giro d’Italia.

Cast promotore esplicito: ‘squadra’ formata da personalità, enti, associazioni e realtà imprenditoriali  di spicco.

Merito a Vincenzo Santoni, Piero De Santis, Gabriele Vesprini e amici-collaboratori del pool  Grande Ciclismo a Porto Sant’Elpidio – Gio.Ca. Communications.

VICINANZA immancabile della municipalità: in primis il sindaco e l’assessore allo Sport della ‘Città in Bicicletta’ (Nazareno Franchellucci e Milena Sebastiani).

CRONACA.

I Km sono 134,300: dall’Adriatico ai borghi dell’entroterra e ritorno.

Partenza a passo turistico nell’area del Diamond Palace Loriblù.

Per una trentina di km si socializza e si vive il suggestivo paesaggio marchigiano, punteggiato di paesi dall’intrigante fascino storico – leggendario, architettonico-artistico, culturale-etnico: 20 Comuni del Fermano-Piceno.

IL CENTINAIO di chilometri km agonistici è effervescente. Immediata bagarre. Comanda presto un plotone di quindici unità.

Intorno al km 90, la svolta. Alle porte di Fermo, l’erta che conduce alla chiesa di S.Girolamo lancia Igor Zanetti e  Cristian Barchi.

ALESSANDRO D’Andrea sa che il treno è giusto: ma non riesce a prenderlo. Stesso discorso per Fedele, Scotini e agonisti più accreditati.  Il vuoto è incolmabile. Discesa e pianura non cambiano nulla.

SU TVRS (canale 11 anche in  streaming – ore 22,30): nelle puntate di Giovedì Ciclismo (replica ‘Sulle Strade’ del venerdì – canale 111 – ore 20,15).

Classifica Assoluta:

1.Zanetti Igor (Scott Team Granfondo) km 134,3 in 3h52’45”, media 34,54 Km/h;

2.Barchi Christian (Cannondale – Gobbi – Fsa);

3.D´Andrea Alessandro (Studio Moda – Hair Gallery – Monturano) a 2’48”;

4.Mele Renzo       (Team Go Fast);

5.Fedele Manuel       (Team Go Fast);

6.Celani Emidio (Melania Omm – Montegiorgio);                                                     7.Scotini Samuele (Giuliodori Renzo – Bike Club Café – Appignano);

8.Malatesta Edoardo (Team Go Fast);

9.Ortenzi Giammario (Bikers Racing Team – Pollenza);

10.Lattanzi Giovanni  (Studio Moda – Hair Gallery – Monturano);

11.Basili Valter;

12.Fantini Alessandro;

13.De Nobile Guglielmo;

14.Laghi Fabio;

15.D´Ascenzo Wladimiro;

16.Giuliodori Giacomo;

17.Rubechini Luca;

18.Pierangelini Andrea;

19.Curti Luca;

20.Di Fiore Emanuele.

Nelle foto (di Lanfranco Passarini): Cristian Barchi e Igor Zanetti (destra) scortati dal motospeaker Gazzoli; la piramide rosa, Lancioni tra Nemes e Schiavoni (destra); sopra il titolo il podio assoluto con promotori e organizzatori

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it