Debutto in salita per Marco Gaggi e l’S.G.M. Tecnic Racing Team all’Autodromo Dino ed Enzo Ferrari di Imola

Debutto in salita per Marco Gaggi e l’S.G.M. Tecnic Racing Team all’Autodromo Dino ed Enzo Ferrari di Imola

IMOLA – Debutto in salita per Marco Gaggi e l’S.G.M. Tecnic Racing Team all’Autodromo Dino ed Enzo Ferrari di Imola per il primo doppio round del Campionato Italiano Velocità. In una categoria così competitiva come la Premoto3, non è stato facile per l’ex campione italiano minimoto FMI battagliare per il podio contro piloti così esperti. Con solo un paio di test alle spalle ed un primo contatto positivo all’Autodromo di Magione per gli Internazionali di Velocità, Gaggi non riesce ad essere competitivo sul giro secco in una delle piste più tecniche del campionato che non facilita di certo il primo approccio alla categoria. Nonostante un paio di problemi che hanno messo i bastoni tra le ruote alla giovane promessa di Fano, il Team S.G.M. Tecnic ha risolto prontamente le difficoltà consegnando a Gaggi una moto concorrenziale per il primo doppio round ELF CIV 2017. Dalla ventesima posizione in griglia di partenza, il portacolori del Motoclub A.Benz recupera fino all’ottavo in gara1 e al nono in gara2 nella categoria 250 4T. Quest’ultimo risultato è stato dettato soprattutto da un contatto iniziale nelle prime fasi di gara che lo hanno portato sulla ghiaia e a perdere il gruppetto di testa,  abbandonando così anche la possibilità di lottare per le posizioni che più contano. In classifica di campionato chiude ottavo a trenta lunghezze dal leader.  Il prossimo appuntamento è in programma sul circuito di Misano il 20 e 21 maggio, invece la replica di questo primo doppio round imolese andrà in onda su SKY Sport MotoGP il 25 e 26 aprile.

Marco Gaggi – rider #93:  “In Gara1 sono partito bene, ho recuperato tante posizioni in partenza, però nel weekend per vari motivi non sono riuscito a girare molto e per questo motivo il gruppetto mi è scappato via. Non riuscivo a fare il loro ritmo e ho anche commesso un errore alla Variante Bassa così poi non sono più riuscito a recuperare oltre. Anche in Gara2 sono partito molto bene, ma appena arrivati alla curva Tosa un pilota avversario mi ha centrato, facendomi finire sulla ghiaia e perdendo posizioni importanti. Rientrato in pista il distacco con il trenino di testa era troppo grande, ma non mi sono scoraggiato e ho fatto segnare ad ogni giro i miei best lap e sono riuscito a riprenderli chiudendo nono. E’ la prima volta che corro con le moto a “ruote alte” e che vedo queste piste del campionato, ma sono fiducioso per Misano perché abbiamo visto che c’è del potenziale per migliorarsi e fare ancora meglio. Ringrazio Action Motor Racing, i miei genitori, il motoclub A.Benz e  tutti i miei sponsor che credono in me,  farò di tutto per non deluderli e dare il massimo ad ogni gara”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: