Il console Marco Ginesi referente del Forum tra imprese ed istituzioni d’Italia e Crimea

Il console Marco Ginesi referente del Forum  tra imprese ed istituzioni d’Italia e Crimea

Il console Marco Ginesi referente del Forum  tra imprese ed istituzioni d’Italia e Crimea Il console Marco Ginesi referente del Forum  tra imprese ed istituzioni d’Italia e Crimea Il console Marco Ginesi referente del Forum  tra imprese ed istituzioni d’Italia e Crimea Il console Marco Ginesi referente del Forum  tra imprese ed istituzioni d’Italia e Crimea Il console Marco Ginesi referente del Forum  tra imprese ed istituzioni d’Italia e Crimea Il console Marco Ginesi referente del Forum  tra imprese ed istituzioni d’Italia e Crimea Il console Marco Ginesi referente del Forum  tra imprese ed istituzioni d’Italia e CrimeaIl console Marco Ginesi referente del Forum  tra imprese ed istituzioni d’Italia e Crimea

ANCONA – E’ rientrata dalla Crimea la delegazione del Consolato Onorario di Ancona che ha partecipato al Forum Economico Internazionale di Yalta, nella scenografica sede del complesso residenziale “Mriya” della nota città.

Il Console Avv.Marco Ginesi, ospite della Fondazione Forum Internazionale di Yalta, era accompagnato dal Coordinatore della segreteria Cav. Renato Barchiesi, dal Vice Presidente della Associazione Amici dell’Italia e della Russia e Direttore del periodico Russia – Italia Dott. Alexander Tarakanov, dalla Direttrice Artistica del Festival “Serate Russe in Italia” Zhanna Baybakova, dal Dott. Mario Pietri, fiscalista e consulente di impresa e da alcuni rappresentati dell’imprenditoria interessati ad approfondire le grandi opportunità che la Crimea può offrire alle ditte italiane in molteplici settori produttivi.

Dopo la Sessione Plenariadi apertura del Forum, con i saluti del Presidente della Repubblica di Crimea Sergey Aksenov e del Sindaco della Città di Yalta, nei due giorni sono proseguite altre 25 sessioni, tra le quali, per importanza strategica, possono essere indicate: tecnologie umanitarie e sistemi di sicurezza non governativi; crimea: strategia 2030; potenziali di investimento del settore agroalimentare della repubblica di crimea; crimea: regione pilota dell’economia digitale; protezione dei diritti e degli interessi del business.

In questa edizione del Forum, a dimostrazione della ritenuta fondamentale importanza dei rapporti tra la Russia e l’Italia, una sessione specifica è stata realizzata proprio con il seguente oggetto:

RUSSIA-ITALIA DIALOGO PER IL BUSINESS

Alla sessione, oltre al Console, hanno preso parte, in qualità di speaker e di moderatori il Dott. Vladimir Dmitriev, Vice Presidente della Camera di Commercio e dell’Industria della Federazione; il Dott. Davide Sarnataro, Segretario Generale della Camera di Commercio Italia – Eurasia; il Senatore di Forza Italia Batolomeo Amidei, Capogruppo della Commissione Agricoltura del Senato; il Dott. Roberto Giambetti, Presidente del Consiglio Regionale del Veneto; il Dott. Manuel Vescovi del Consiglio della Regione Toscana; il Dott. Edoardo Rixi, Vicepresidente e Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Liguria e altri esponenti politici in rappresentanza della Provincia di Reggio Calabria, del Comune di Rovigo e della Provincia Autonoma di Bolzano.

Tutti gli interventi sono stati caratterizzati dalla comune volontà di superare le anacronistiche e assurde sanzioni della UE verso la Russia e la Crimea in particolare, in tal modo cercando di ristabilire quanto prima le ottime relazioni commerciali e non solo che, da sempre, uniscono la Russia e l’Italia, quest’ultima presente, al Forum,e come nazione ospite d’onore.

Il Console, poi, è stato chiamato quale relatore alla Sessione tematica relativa alla protezione dei beni culturali e alla intensificazione delle relazioni culturali e turistiche e dei conseguenti risvolti economici.

E’ stata questa l’occasione, tra l’altro, per presentare la iniziativa del Festival bilaterale delle Serate Italiane in Russia e delle Serate Russe in Italia in programma il 30 aprile e 1 maggio prossimi a Pesaro.

Il Ministro della Cultura della Regione di Crimea, Presidente della Sessione unitamente all’Onorevole della Duma della Federazione Elena Drapeko, famosa e importante attrice nazionale, ha voluto incontrare la Direttrice Baybakova per chiedere la disponibilità a svolgere in Crimea l’edizione russa del Festival del 2018.

Tutte le Sessioni tematiche ed i B2B che si sono svolti il giorno 21 aprile tra imprese dei 47 Paesi presenti e le aziende russe non soltanto di Crimea, si sono conclusi con fermi intenti di favorire le relazioni tra le realtà produttive russe, nonostante l’attuale prosecuzione delle “sanzioni” e gli atteggiamenti intimidatori dell’ Ucraina la quale, anche attraverso la propria ambasciata a Roma, ha fatto pervenire a numerosi partecipanti al Forum, alcune mail con cui si paventavano le interruzioni delle relazioni tra gli investitori in Crimea e l’Ucraina e l’inserimento nelle black list della medesima nazione.

Proficui sono stati definiti gli incontri dai tanti imprenditori italiani presenti.

Un indubbio successo della terza edizione del Forum che ha visto quest’anno la presenza di oltre 1700 visitatori e partecipanti.

Il Presidente della Crimea ha dato appuntamento all’edizione del prossimo anno per la quale il Direttore della Fondazione Forum di Yalta Dott. Sergey Latzunkin ha rinnovato l’invito al Console Ginesi di partecipare. Per la circostanza egli è stato indicato come il referente tra le imprese e le istituzioni italiane e quella della Repubblica Autonoma della Crimea.

Nelle foto: alcuni momenti del Forum; in alto Marco Ginesi, Natalia Kovaleva e Sergey Latzunkin 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: