Nelle reti idriche marchigiane si perde un litro d’acqua su quattro

[themoneytizer id=17589-1]

Nelle reti idriche marchigiane si perde un litro d’acqua su quattro

ANCONA – Nelle reti idriche marchigiane dei comuni capoluogo di provincia si perde in media un litro d’acqua su quattro (24 per cento). A sottolinearlo è la Coldiretti regionale, sulla base degli ultimi dati Istat diffusi in occasione della Giornata mondiale dell’acqua. Una situazione che occorre affrontare per assicurare una corretta gestione della risorsa idrica, tanto più necessaria considerando i cambiamenti climatici che stanno interessando il nostro territorio, basti dire che nel mese di marzo si sono registrate temperature fino a 6 gradi superiori alla media, secondo un’analisi Coldiretti su dati Assam. Servono dunque, secondo Coldiretti, interventi di manutenzione, risparmio, recupero e riciclaggio delle acque, campagne di informazione ed educazione sull’uso corretto dell’acqua, un impegno per la diffusione di sistemi di irrigazione a basso consumo, ma anche ricerca e innovazione per lo sviluppo di coltivazioni a basso fabbisogno idrico. Una nuova sfida per le imprese agricole che devono interpretare le novità segnalate dalla meteorologia e gli effetti sui cicli delle colture.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it