“Il segretario generale Costa abbandona la Regione nella tempesta della gestione del post-terremoto”

“Il segretario generale Costa abbandona la Regione nella tempesta della gestione del post-terremoto”

Il Movimento 5 Stelle invita il presidente Ceriscioli a sostituirlo subito con una persona all’altezza

ANCONA – “Nella ferrea legge d’onore della Marineria, il Capitano è l’ultimo ad abbandonare la nave. E se la nave non sta proprio affondando, ma comunque naviga in acque tempestose, è il capitano che si mette al comando, addirittura al timone se serve. Nel transatlantico dell’amministrazione regionale – afferma il Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle -, figura di spicco, se non proprio Capitano, è il Segretario Generale della Giunta Fabrizio Costa. A lui spetta l’oneroso e delicato compito di organizzare, definire obiettivi e compiti delle varie strutture e una miriade di altre funzioni. È stato lui l’artefice della delicata e complicata riorganizzazione degli uffici della Giunta. E per non farsi mancar nulla, Costa era anche (fino a qualche giorno fa) amministratore unico della SVIM. Veniamo ora ad apprendere dagli organi di stampa (non l’abbiamo ancora saputo in maniera ufficiale) che il “Capitano” costa abbandona la nave per un incarico a Roma. Saluta con un inchino e se ne va. E l’abbandona proprio nel mezzo della tempesta della gestione post terremoto. Una gestione che pur non essendo “emergenziale” in senso stretto, è urgente e complicata e avrebbe avuto bisogno di una guida esperta (non di qualcuno a cui dover spiegare daccapo come si governa la nave).

“La decisione di Costa di dimettersi dall’incarico è legittima e rientra nella sfera delle scelte personali. Rientra però nelle competenze e nei doveri del Presidente della Giunta far di tutto per non perdere collaboratori strategici e, se non ne è capace, rendere partecipi i consiglieri dell’Assemblea legislativa circa le motivazioni che hanno portato l’attuale segretario generale ad andarsene. Speriamo sappia sostituirlo subito con una persona all’altezza – si legge a conclusione dell’intervento del Gruppo Consiliare del Movimento 5 Stelle -, e non con qualche amico”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it