Dal Partito democratico delle Marche lanciato un appello contro la scissione

Dal Partito democratico delle Marche lanciato un appello contro la scissione

ANCONA – Il Partito Democratico Regionale delle Marche fa un appello trasversale contro la scissione. L’hanno siglato coloro che sono stati i protagonisti, da posizioni distanti, dell’ultimo congresso regionale e nazionale: il segretario, i vicesegretari, il presidente del Partito, il Governatore della Regione: Francesco Comi, Luca Fioretti, Valerio Lucciarini, Stefano Stracci, Luca Ceriscioli.

“Stiamo vivendo una fase difficilissima della vita del PD e siamo molto preoccupati – affermano -. Tutti insieme abbiamo faticosamente e coraggiosamente costruito il Partito democratico e restituito speranza e fiducia a tanti cittadini. La scissione sarebbe un atto incomprensibile e dobbiamo scongiurarla.

“È compito di ciascuno fare il massimo sforzo per salvare il futuro del Partito democratico.

“e proposte di mediazione imperniate su un confronto programmatico che ci consenta di ridefinire il profilo politico e valoriale del nostro Partito, sul congresso da tenersi nel mese di maggio e sul leale sostegno al governo Gentiloni, rappresentano un importante passo in avanti che non possiamo permetterci di sprecare.

“Ci auguriamo che tutti coloro che hanno a cuore il futuro del paese, la buona politica, la nostra storia, le tante battaglie fatte e vinte insieme raccolga queste mediazioni e concorra nella ricerca dell’unità del Partito”.

Il documento è firmato da: Francesco Comi (Segretario regionale), Valerio Lucciarini (Vice Segretario regionale), Luca Fioretti (Vice Segretario regionale), Luca Ceriscioli (Presidente Regione Marche), Stefano Stracci (Presidente regionale partito)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it