L’ospedale unico a Muraglia, Federico Talè prende le distanze da Ceriscioli

L’ospedale unico a Muraglia, Federico Talè prende le distanze da Ceriscioli

In questo caso, per il consigliere regionale del Partito democratico “la città di Fano deve ottenere garanzie su almeno 4 punti imprescindibili”. Ma la decisione definitiva dovrà essere presa solo dai sindaci della provincia di Pesaro Urbino

L’ospedale unico a Muraglia, Federico Talè prende le distanze da CeriscioliFANO – “Resto fortemente convinto che la strada migliore per definire l’ubicazione del nuovo ospedale di Area Vasta sia una decisione a maggioranza da parte dei sindaci della provincia, che dopo essersi espressi in maniera netta sul criterio della zona pubblica, devono poter scegliere tra le opzioni di Muraglia e Chiaruccia. Ma se così non sarà e se, comunque, andrà avanti la soluzione Muraglia, è indispensabile che la città di Fano ottenga garanzie su almeno 4 punti assolutamente imprescindibili”.  Lo afferma il consigliere regionale Federico Talè, membro della IV Commissione Permanente Sanità e Politiche Sociali, che passa a descrivere il poker irrinunciabile.

1) “Innanzitutto, occorre un progetto di potenziamento ed efficientamento del Santa Croce che, naturalmente, deve conservare un Pronto soccorso vero, capace cioè di trattare anche i casi più gravi dell’emergenza.

2) Il secondo punto è la nascita a Chiaruccia di una clinica privata ad alta specializzazione.  Una struttura di diagnosi e cura che sappia offrire prestazioni in regime di ricovero ordinario, day hospital e day surgery e che sia di assoluta eccellenza. Per intenderci, una Cotignola a Fano e il riferimento è naturalmente al Maria Cecilia Hospital della cittadina ravennate, a cui si rivolgono anche molti nostri corregionali. Una clinica sì privata, ma che sia accreditata al Sistema Sanitario Nazionale e convenzionata, in modo che per i cittadini non ci siano aggravi in termini di costi rispetto alla struttura pubblica”.

3) Legato alla questione dell’ospedale di Area Vasta è anche il tema della viabilità e su questo fronte Federico Talè chiede un impegno preciso alla Regione: “La Giunta delle Marche deve garantire i finanziamenti per realizzare le opere stradali necessarie; opere che consentano ai fanesi e ai residenti del suo entroterra di raggiungere in maniera veloce e sicura Muraglia e, contestualmente, permettano di decongestionare dal traffico tutte le vie centrali della Città della Fortuna”.

4) Infine, seppur non strettamente collegata all’argomento, Talè mette sul piatto un’altra richiesta ben chiara che coinvolge la Regione: “Deve arrivare il via libera definitivo per la sede staccata a Fano dell’Istituto Tecnico per l’Agraria, l’Agroalimentare e l’Agroidustria ‘Cecchi’. Attendo che questa importante opportunità formativa sia a disposizione degli studenti fanesi e delle vallate del Cesano e del Metauro già dal prossimo anno scolastico”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it