La Prefettura di Pesaro-Urbino appalta l’accoglienza dei profughi per il 2017: 15 milioni di euro il costo dell’operazione

La Prefettura di Pesaro-Urbino appalta l’accoglienza dei profughi per il 2017: 15 milioni di euro il costo dell’operazione

La Prefettura di Pesaro-Urbino appalta l’accoglienza dei profughi per il 2017: 15 milioni il costo dell’operazione

PESARO – La Prefettura di Pesaro-Urbino ha indetto una gara d’appalto per l’accoglienza dei profughi nel territorio provinciale. Valore dell’operazione – per il 2017 – 15 milioni di euro (per l’esattezza 14.979.580,00).

A questo punto, considerati i ritardi per altre questioni (ad iniziare dagli interventi a favore delle popolazioni terremotate della nostra regione) è forse il caso di incominciare, soprattutto a livello politico, a fare qualche considerazione. A porsi degli interrogativi.

Ecco, comunque, quanto si legge nell’avviso pubblico della Prefettura di Pesaro-Urbino. “Considerato che per l’anno 2016, questa Prefettura in ottemperanza alle disposizioni di legge sopra richiamate ed alle istruzioni impartite dal Ministero dell’Interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione ha reperito, attraverso diverse procedure di gara, complessivi n. 1.064 posti di accoglienza in strutture collettive (con capienza da 10 a 50 posti) e in civili abitazioni (con capienza da 4 a 9 posti) destinate ai richiedenti protezione internazionale con maggiore autonomia e capacità di autorganizzazione le cui convenzioni stipulate con gli enti gestori scadranno il 31/12/2016;
“Considerato il perdurante afflusso di cittadini stranieri provenienti dalle aree di guerra del medio-oriente e dell’Africa;
“Valutato che si rende necessario avviare una nuova procedura di gara per garantire l’accoglienza, per l’anno 2017, presumibilmente, a n. 1.302 cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, comprensivi di quelli attualmente presenti sul territorio provinciale, con facoltà di incremento del servizio, nei limiti di 1/5, ai sensi dell’art. 106, comma 12, del D. Lgs. 50/2016, il cui valore presunto complessivo, determinato quale prodotto tra il prezzo massimo pro capite pro die di euro 35,00, oltre IVA, il numero di posti di cui presumibilmente sarà necessario disporre per l’anno 2017, incrementato di 1/5, ed il numero di giorni intercorrenti tra la data del 1/4/2017, data di presumibile conclusione delle procedure di gara ed il 31/12/2017, data presumibile di conclusione dell’attività di accoglienza, ammonta a euro 14.979.580,00

“Richiamate le disposizioni di cui al citato D. Lgs. 18/04/2016, n. 50; AUTORIZZA l’indizione da parte di questa Prefettura di una procedura aperta ai sensi degli artt. 59 e 60 del D. Lgs. n. 50/2016 per l’affidamento del servizio avente ad oggetto i servizi di cui all’allegato IX del D.L.vo 50/2016, CPV: 85311000-2, di accoglienza in strutture temporanee di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale, da aggiudicarsi secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art 95, comma 3 lettera a), attribuendo un punteggio massimo di 70 punti per l’offerta tecnica e 30 punti per quella economica.
“La procedura aperta è finalizzata alla conclusione di un accordo quadro, di cui all’art. 54 comma 4, lett. a) del D. Lgs. 50/2016, che verrà concluso con più operatori economici.
“L’accoglienza dovrà avere luogo, per circa 1.097 posti, in strutture collettive con capienza non inferiore a 10 posti e non superiore a 50 posti (prezzo massimo pro capite pro die, euro 35,00 oltre IVA) e, per circa 205 posti, in civili abitazioni con capienza non inferiore a 4 posti e non superiore a 9 posti (prezzo massimo pro capite pro die, euro 31,00 oltre IVA).
“Il servizio dovrà comprendere le seguenti attività:
“- mediazione linguistico-culturale;
– accoglienza materiale;
– orientamento e accesso ai servizi del territorio;
– formazione e riqualificazione professionale;
– orientamento e accompagnamento all’inserimento sociale;
– tutela legale;
– tutela psico-socio-sanitaria;
– aggiornamento e gestione della Banca Dati.
“Saranno ammessi a presentare istanza di partecipazione i soggetti indicati all’art. 45 del D. Lgs. 50/2016, oltre ad Enti pubblici e del privato sociale, Associazioni riconosciute e non riconosciute, Fondazioni ed Enti ecclesiastici purché abbiano nei propri fini istituzionali quello di operare in un settore di intervento pertinente con i servizi di assistenza e di accoglienza alla persona. E’ altresì ammessa la partecipazione di operatori economici titolari di strutture ricettive (alberghiere, extra-alberghiere e paralberghiere come identificate ai sensi del D. Lgs. 79/2011), secondo le modalità di cui all’articolo 89 del D. Lgs n. 50/2016.
“La procedura prevede le seguenti fasi:
Prima fase: aggiudicazione e stipula dell’Accordo Quadro con operatori economici per il periodo 1/1/2017-31/12/2017.
Seconda fase: stipula dei contratti (convenzioni) derivati dall’Accordo Quadro.
Il valore della gara è determinato in via presumibile in euro 14.979.580,00.
“La presente autorizzazione a contrarre verrà pubblicata sul sito istituzionale di questa Prefettura ed alla stessa farà seguito apposito disciplinare di gara”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it