ARQUATA DEL TRONTO / I dipendenti dell’Ufficio postale più forti del sisma e della neve

ARQUATA DEL TRONTO / I dipendenti dell’Ufficio postale più forti del sisma e della neve

ARQUATA DEL TRONTO / I dipendenti dell’Ufficio postale più forti del sisma e della neve

ARQUATA DEL TRONTO – E’ una luce fioca quella che si vede emergere in lontananza da una fitta coltre di neve alta oltre due metri. E’ un segno di presenza: dentro l’ufficio postale di Arquata qualcuno è al lavoro. Come ogni giorno, da ormai molti mesi a questa parte. perché il presidio postale in paese è stato operativo sin da subito: prima all’interno di un mezzo mobile arrivato nei terribili giorni seguiti alle prime scosse di agosto, poi in una struttura modulare più grande.

Dipendenti delle Poste di Ascoli Piceno, che avvicendandosi a turno in quel prefabbricato trasmettono vicinanza alla comunità di Arquata del Tronto. Anche nei giorni del forte maltempo che ha colpito la zona del sisma, nel container si è lavorato per garantire i collegamenti dell’ufficio postale per una ricarica telefonica piuttosto che un prelievo di contanti o per una operazione da libretto postale; vicinanza a chi è lì per aiutare e a chi è lì perché dalla propria terra non se ne vuole andare. Assistenza, supporto e soccorso in stato di emergenza, dimostrando impegno, spirito solidaristico e sacrificio.

Nell’ascolano sono 7 le località in emergenza (23 in tutte le Marche) nelle quali Poste Italiane sta garantendo copertura per quel che riguarda l’erogazione dei servizi di base: prefabbricati sono stati allestiti, oltre ad Arquata, ad Acquasanta Terme, a Montegallo, a Castel di Lama Piattoni, a Monteprandone, un sesto è in arrivo a Cossignano mentre da ieri un ufficio postale mobile sta coprendo la zona di Villa Pigna.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: