Per tanti giovani marchigiani una formativa esperienza all’estero per essere imprenditori di se stessi

Per tanti giovani marchigiani una formativa esperienza all’estero per essere imprenditori di se stessi

All’Istituto Podesti di Ancona la conferenza di lancio del progetto “Benessere e Bellezza” nell’ambito del programma Erasmus, alla presenza dell’assessore regionale Loretta Bravi

ANCONA – “Siate imprenditori di voi stessi, puntate sulle vostre motivazioni più profonde”. È l’invito che l’assessore alla Formazione professionale, Loretta Bravi, ha rivolto agli studenti dell’Istituto di istruzione superiore “Podesti – Calzecchi Onesti” di Ancona. La scuola ha ospitato la conferenza di lancio del progetto “Wellness#Kepass”, nell’ambito del programma Erasmus+. Le Marche sono la Regione capofila di un’iniziativa che coinvolge partner europei di Spagna, Francia, Inghilterra, Irlanda del Nord, Malta e Portogallo. È rivolta agli istituti professionali marchigiani che gestiscono i percorsi IeFP: quelli che insegnano ai ragazzi un mestiere direttamente sul campo, inserendoli nel mondo del lavoro grazie alla formazione pratica conseguita tramite stage, tirocini e attività di laboratorio. Il progetto presentato promuove 150 esperienze di mobilità all’estero, di una durata compresa tra i trenta giorni e i tre mesi, nel settore “benessere e bellezza”. Sono disponibili 562mila euro che consentiranno ai ragazzi di formarsi, fuori dall’Italia, nel campo delle cure estetiche e dei capelli, incrementando le loro competenze professionali e linguistiche. Un’esperienza che faciliterà anche l’ingresso nel mondo del lavoro, nazionale ed europeo, aiutando i partecipanti a concretizzare progetti di vita professionale.

“La Regione intende favorire l’incontro tra la formazione scolastica e il mondo del lavoro – ha ribadito l’assessore Bravi – Grazie alle risorse del Fondo sociale europeo, forniamo ai giovani marchigiani strumenti e opportunità di riqualificazione, sviluppo imprenditoriale e inclusione sociale. Partecipare a una mobilità in un Paese straniero consentirà di acquisire competenze professionali utili a un inserimento lavorativo, a incrementare il bagaglio delle competenze personali, ad apprendere una lingua straniera, ad adeguarsi a contesti non familiari per risolvere in autonomia i problemi della vita quotidiana”. Rivolta ai ragazzi, l’assessore li ha spronati a non aver paura di formarsi: “Ognuno deve essere riqualificato su qualcosa, ma non vi fermate alla specificità del vostro settore. Nel lavoro sono chiesti creatività e sguardo estetico. L’imprenditore giovane oggi è colui che sa guardare oltre, che riesce a inventarsi qualcosa di nuovo. Siate imprenditori di voi stessi, trovate le motivazioni per esserlo; noi vi diamo l’occasione e l’opportunità per scoprirle”. Il progetto “Wellness#Kepass” ha, come coordinatore tecnico, lo IAL (Innovazione Apprendimento Lavoro) Marche. Prevede la partecipazione del sistema camerale e associazionistico marchigiano (Cisl Marche, Cna Marche, Confcommercio Marche, Camera di commercio di Ancona) e soggetti privati leader nel settore della biocosmetica e delle acconciature che contribuiscono all’organizzazione attività e alla diffusione delle iniziative.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it