Soroptimist Day, Ancona e tutti i Club d’Italia raccolgono fondi per i terremotati

Soroptimist Day, Ancona e tutti i Club d’Italia raccolgono fondi per i terremotati

Soroptimist Day, Ancona e tutti i Club d'Italia raccolgono fondi per i terremotati

ANCONA – I club Soroptimist di tutta Italia uniti per aiutare le popolazioni terremotate. Una grande raccolta fondi, che coinvolge i 149 club italiani, che vuole contribuire nel risollevare le aree colpite dal sisma. È l’obiettivo che il sodalizio si è dato in occasione del Soroptimist Day, festeggiato a memoria della Giornata mondiale dei diritti umani, anniversario della Dichiarazione universale dei Diritti Umani. Anche il Soroptimist Club di Ancona ha fatto la sua parte, ieri sera (mercoledì 14 dicembre), nel corso della conviviale di fine anno. “La raccolta – spiega la presidente anconetana Antonietta Daniele – andrà finanziare progetti per favorire la ripresa del lavoro e dello studio per donne, ragazze e bambini.

Il progetto in questione sarà definito nei prossimi mesi su indicazione dei presidenti dei club del posto. Saranno loro a dare indicazioni e a fare proposte alla presidente nazionale Leila Picco che visiterà le zone terremotate a gennaio”. La serata, che si è tenuta nell’accogliente salone dell’hotel Passetto di Ancona, è stata allietata dalla presenza del maestro Pedro Alcàcer Doria, musicista messicano di caratura internazionale ed esperto di musica barocca, che ha suonato alcuni brani con tiorba (un liuto con tonalità particolarmente gravi che, anche se nato in Italia, spesso viene scambiato per un sitar) e chitarra barocca (antenata della classica).

Un’altra raccolta di fondi, attraverso la tradizionale tombola, in questo caso, è stata effettuata in finale di serata per continuare a sostenere un’adozione a distanza. Un impegno preso dalle Soroptimist anconetane già qualche anno fa e che prosegue nel tempo.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it