A Roma un sit in nazionale di protesta della polizia locale

A Roma un sit in nazionale di protesta della polizia locale

ANCONA – Federico Bozzanca della FP-CGIL, Daniela Volpato della CISL FP e Daniela Ilari della UIL FPL intervengono in maniera unitaria sulle problematiche degli appartenenti ai corpi di Polizia Locale  con il seguente comunicato. “I corpi di Polizia locale non godono più dal 2011 delle tutele previdenziali e assistenziali e infortunistici (equo indennizzo, cause di servizio, nessuna decurtazione per assenze per malattia, ecc.) come il personale degli altri corpi. A tale proposito – si stigmatizza nella nota – , con proposte emendative al disegno di legge di stabilità per il 2017, abbiamo chiesto che per tali aspetti fossero equiparati gli operatori di polizia locale al  personale degli altri corpi di polizia perché non si possono richiedere a questi particolari operatori di polizia delle  prestazioni qualificate, prevalentemente sulla strada e in contesti complessi e peculiari connotati da elevato rischio per l’incolumità, senza adeguare i loro trattamenti a quelli vigenti in generale per gli altri operatori di polizia.

“Gli emendamenti di cui sopra non sono stati inseriti nel maxiemendamento del Governo su cui è stata votata la fiducia dalla Camera dei Deputati. Per tale motivo abbiamo organizzato un SIT IN presso la Piazza delle Cinque Lune a Roma per martedì 13 dicembre alle ore 13, in occasione dell’iter al Senato del DDL sulla stabilità, con l’occasione chiederemo di essere ricevuti dai capi gruppo. Il sit in del 13 dicembre dovrà essere un monito ancora più forte per protestare unitariamente contro le disparità di trattamento che gli operatori di Polizia locale continuano a subire rispetto al personale degli altri corpi, ma soprattutto per portare avanti la nostra piattaforma complessiva che è stata oggetto delle mobilitazioni degli scorsi mesi“

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: