PESARO / Troppi detenuti nel carcere di Villa Fastiggi, scatta l’allarme

PESARO / Troppi detenuti nel carcere di Villa Fastiggi, scatta l’allarme

PESARO / Troppi detenuti nel carcere di Villa Fastiggi, scatta l'allarme di PAOLO MONTANARI

PESARO – A fine 2016 i detenuti ospitati nel carcere di Villa Fastiggi a Pesaro, sono 222 di cui 73 in attesa di giudizio e 149 con condanna definitiva. Gli stranieri sono attualmente 97 mentre la sezione femminile ospita 16 donne. Questi sono i dati forniti dall’autorità garante per le carceri, della Regione Marche, Andrea Nobili.

Dati che confermano un fatto cronico per lo stabilimento penitenziario pesarese: il sovraffollamento degli ospiti, visto che la struttura è idonea per chi è in attesa di giudizio e deve scontare una pena inferiore ai 5 anni. Già alcuni anni fa scattò l’allarme di scarsità anche di materiale igienico, compresa la carta igienica per i detenuti, e Andrea Nobili conferma queste precarietà: “La struttura di Villa Fastiggi avrebbe bisogno di interventi di manutenzione, per gli spazi d’aria per i detenuti, l’impianto di riscaldamento e i servizi igienici. Ma il problema più grave è la mancanza di psicologi che possono svolgere una attività educativa e di recupero nel carcere. L’idea e la percezione avute nell’ultima visita al carcere di Pesaro, è quella di un sovraffollamento che incomincia a diventare anche anomalo. Da una parte i nostri dati monitorati affermano che vi è un 30% in più di popolazione carceraria. Ma la direzione della struttura penitenziaria smentisce perché il calcolo è stato fatto su celle per un solo detenuto mentre a Villa Fastiggi le celle sono per due detenuti”.

In ogni caso il sovraffollamento carcerario con tutti i problemi correlati rimane e bisogna ringraziare la Caritas, con i suoi operatori, l’associazione Bracciaperte e il settimanale d’informazione interdiocesano Il Nuovo Amico, che ha aperto una piccola redazione fra i detenuti. Piccoli tentativi per non far perdere l’umanità e il contatto con l’esterno per queste persone, alcune molto giovani.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: