PESARO / Nella chiesa di Sant’Agostino una rassegna di cori polifonici molto seguita

PESARO / Nella chiesa di Sant’Agostino una rassegna di cori polifonici molto seguita

di PAOLO MONTANARI

PESARO – Si è svolta nella chiesa di Sant’Agostino, la Rassegna di cori polifonici, nell’ambito delle celebrazioni del Ventennale de I concerti del Filarmonico Rossini. Sono stati i Pueri Cantores della Cappella Municipale di S.Ubaldo di Pesaro diretti dal maestro Maurizio Ciaschini, ad aprire l’emozionante rassegna.

In programma una prima parte dedicata al Natale medievale, con i brani seguenti: Jube Domine della Scuola di S.Marziale Limoges XII sec, il Congaudeant Catholici della Scuola di S.Marziale XII sec., il Verbum Patris, Humanatur – dal Cantionarium di Natale 1360 e il Perspice Christicola – Rota di Reading XIII secolo. Trattasi di canovacci religiosi, che i giovani cantores, hanno eseguito con estrema armonia, seguendo le regole polifoniche del periodo medievale. I ragazzi cantori sono stati scelti nella scuola elementare e seguiti fino al compimento della media inferiore, momento in cui, con la muta della voce, passano ad altre sezioni. L’organico è di 12 elementi,giovani di cui sei da poco aggiunti all’ensemble e di 12 ragazzi soprano.

In questi brani pre-polifonici medievali, i pueri cantores, hanno dato il meglio di sè, facendo vivere al numeroso pubblico oin chiesa delle forti emozioni. Nella seconda parte della loro esecuzione sono stati presentati quattro canoni mozartiani. I Cantori della Città Futura, diretti dal maestro Stefano Bartolucci e al pianoforte Tamar Giguashvili, hanno presentato un programma squisitamente lirico: dal Medley  Viva Veri. con le pagine più belle di Traviata, Rigoletto, al Dormi dormi di Domenico Bartolucci, dal canto catalano Slumber my Baby, ai due famosi brani di Ramirez, da Navidad Nuestra: Nacimiento e Los Reyes Magos.

Un programma ricco di sollecitazioni musicali che ha attraversato due secoli di storia. Infine il Coro Filarmonico Rossini, diretto dal maestro Roberto Renili e al pianoforte Alessio Paolizzi, ha eseguito un programma dedicato ai gospels: Ev’ry time i feel de Spirit, I believe in God da Gospel Mass di R.Ray, Agnus Dei da Gospell Mass, Go tell on the mountanin, Ride the chariot,Jericho e Happy day. Un programma natalizio e dedicato anche al nuovo anno.

(La foto è di MARTA FOSSA)

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it