La Sinfonia mariana di padre Armando Pierucci sarà proposta a San Marino

La Sinfonia mariana di padre Armando Pierucci sarà proposta a San Marino

di PAOLO MONTANARI

PESARO – Dopo il successo dell’anteprima nazionale presso il Santuario della Madonna delle Grazie a Pesaro, La Sinfonia mariana di padre Armando Pierucci va all’estero, nella Repubblica di San Marino. Domenica 11 dicembre 2016 alle ore 16,00 nel Santuario Cuore Immacolato di Maria via delle Felci 3 a Valdragone (Rsm), la sinfonia dedicata all’Immacolata concezione sarà diretta dal maestro Roberto Renili, con l’orchestra da camera Santa Maria del Suffragio di Fano, i solisti dello Iosp, (International Opera Studio) Kyocka Iguchi, soprano e Giuseppe Lamicela, baritono e il Coro Filarmonico Rossini e il Coro “Santa Maria delle Grazie” di Pesaro.

Notevole il contributo artistico vocale del soprano Kyocka Iguchi e del baritono Giuseppe Lamicela, che sotto la guida del soprano greco Inga Balabanova, direttrice artistica dell’International Opera Studio, hanno raggiunto livelli interpretativi notevoli.D’altronde lo Iosp, che opera da alcuni anni a Pesaro, è divenuto un punto di riferimento per la scoperta di nuovi talenti musicali, che dopo una professionale e seria scuola di perfezionamento vocale, solcano i più importanti teatri lirici del mondo.

Ma veniamo alla Sinfonia mariana, un’opera che padre Armando Pierucci, ha voluto scrivere recuperando le canzoni popolari mariane, ritornando ai testi originari e non a quelli modificati dalle tradizioni popolari, e cantanti durante le celebrazioni liturgiche e le processioni. E’ una vera e propria sinfonia, strutturata pensando all’intreccio vocale con quello strumentale. Ma la sinfonia può divenire preghiera?

La Sinfonia mariana di padre Armando Pierucci, è una preghiera, che lui ha imparato a conoscere o meglio ad approfondire, nel suo Istituto musicale del Magnificat a Gerusalemme. I due cori, il Filarmonico Rossini e quello della Madonna delle Grazie, creano degli equilibri meravigliosi. Se il Coro Filarmonico, assume in certe sequenze musicali, la funzione di solista corale, coro della Madonna delle Grazie, fa da significativo corollario a questa tessitura musicale. I cantanti e in particolare il soprano Kyocka Iguchi, raggiungono dei vertici sublimi . Vere e proprie lodi alla Madonna, che si avvicinano per bellezza alle celebri preghiere mariane delle opere liriche.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: