A Civitanova Marche la Lube si conferma capolista: secco 3-0 su Monza

A Civitanova Marche la Lube si conferma capolista: secco 3-0 su Monza

A Civitanova Marche la Lube si conferma capolista: secco 3-0 su Monza

CIVITANOVA MARCHE – E’ il pubblico dell’Eurosuole Forum la cura migliore della Cucine Lube, che dopo due sconfitte di fila rimediate esternamente tra Modena e l’esordio europeo di Berlino, nella 1ª di ritorno della SuperLega UnipolSai andata in scena dinanzi al pubblico di Civitanova Marche (ancora imbattuta in casa) ritrova la vittoria utile a confermare il primato solitario in classifica sbarazzandosi della GI Group Monza con un secco 3-0 (25-23, 25-14, 25-20).

La partita

Maturato con una prestazione votata alla sostanza seppur non priva di sbavature, da parte della squadra biancorossa (ancora imbattuta in casa),che ha comunque rischiato seriamente soltanto nel primo set, complici 9 errori (5 in attacco) e gli altrettanti muri vincenti firmati dalla formazione brianzola. Lube che parte 6-1 ma si fa riacciuffare subito con qualche regalo di troppo ed un ace di Jovovic (9-8), poi riprova di nuovo la fuga affidandosi al servizio del suo uomo più incisivo, Osmany Juantorena (6 punti col 75% in attacco), arrivando prima al 15-11 (contrattacco di Stankovic) e successivamente al 18-14 (ace di Sokolov). Ma quando l’1-0 sembrava ormai cosa fatta (24-21), nonostante la tanta fatica in attacco (38% di efficacia contro il 56% dei marchigiani) la GI Group riesce ad annullare due set point ai padroni di casa, arrendendosi solo dopo l’attacco di Kaliberda (confermato titolare, 6 punti col 62% sulle schiacciate nel parziale), che fissa il 25-23.

Trama completamente differente invece, nel secondo, che registra un vero e proprio monologo della Cucine Lube. Gli uomini di Blengini prendono subito il largo grazie alle bordate al servizio di Juantorena, autore degli ace che scrivono rispettivamente il 6-3 in avvio, ed il 19-10 che convince il tecnico ospite Falasca a rovesciare completamente il suo sestetto per provare a raddrizzare la situazione, lasciando in campo il solo centrale Verhees dei giocatori partiti titolari. Finirà 25-14, con capitan Stankovic che sfodera un gran 100% di positività sui primi tempi (60% di squadra con Sokolov al 67%, 4 punti per lui), al cospetto di una Gi Group invece decisamente spuntata (28%).

Falasca rimanda in campo il sestetto iniziale nel terzo set, che vede i suoi tornare a giocare punto a punto con Stankovic e compagni, che nel momento decisivo trovano il break vincente con un muro di Cester su Beretta (18-16) seguito da un attacco out di Hirsch e da un contrattacco vincente di Juantorena (22-18). A chiudere definitivamente le ostilità ci pensa Kaliberda (13 punti come Sokolov, 53% in attacco, 60% in ricezione, 3 muri vincenti), murando il connazionale Hirsch per il 25-20.

Mvp della sfida il centrale serbo Dragan Stankovic, autore di 12 punti (alla pari di Juantorena), con il 79% di efficacia in attacco e un muro vincente.

Il tabellino

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Sokolov 13, Candellaro n.e., Pesaresi (L), Kaliberda 13, Juantorena 12, Casadei n.e., Stankovic 12, Kovar n.e., Christenson 2, Cester 3, Grebennikov, Corvetta n.e., Cebulj n.e.. All. Blengini.

GI GROUP MONZA: Fromm 6, Dzavoronok 2, Daldello, Galliani, Rizzo (L), Forni n.e., Jovovic 4, Terpin, Botto 3, Verhees 4, Beretta 9, Hirsch 7, Brunett n.e.i. All. Falasca.

ARBITRI: Piana (MO) – Goitre (TO).

PARZIALI: 25-23 (29’), 25-14 (23’), 25-20 (25’).

NOTE: Spettatori 2340, incasso Euro 21029. Lube bs 15, ace 5, muri 7, ricezione 59% (37% prf), attacco 59%, errori 8. Monza bs 10, ace 3, muri 7, ricezione 52% (22% prf), attacco 37%, errori 9.

LE PAROLE DEI PROTAGONISTI ALLA FINE DELL’INCONTRO

Gianlorenzo Blengini: “L’aspetto che mi è piaciuto di più stasera è, ancora una volta, la vittoria: venivamo infatti da due sconfitte diverse sia per prestazioni che per effetti collaterali a Modena e a Berlino. Stasera c’è stata una nostra prestazione importante, specialmente nel punto a punto di primo e terzo set, dove abbiamo trovato le soluzioni giuste per fare nostro l’incontro. Eravamo pronti ad affrontare un Monza che avrebbe cercato l’impresa anche contro di noi, dunque abbiamo tenuto presente questa cosa giocando bene a pallavolo, con rispetto ed umiltà: credo che stasera si sia visto tutto questo. Adesso andremo a Piacenza, contro un avversario che ha qualità e alternative, giocando molto bene vedi ad esempio contro Modena: sarà dura, ci aspetta un impegno molto difficile al quale cominceremo a pensare da martedì”.

Denys Kaliberda: “Abbiamo ripreso subito il cammino vincente in campionato, giocando sicuramente meglio rispetto al match di Berlino, una partita non facile da affrontare dopo il 3-2 a Modena di sette giorni fa. In settimana abbiamo lavorato bene e oggi penso che si sia visto il risultato. Siamo sempre in vetta alla classifica, ma questa posizione per ora non conta più di tanto: gli appuntamenti di Coppa Italia, Champions League o playoff sono quelli in cui conterà ancora di più la vittoria”.

Dragan Stankovic: “Non è stata un passeggiata, dopo il match di andata a Mozna la Gi Group è salita molto come livello di gioco mentre noi arrivavamo da due sconfitte di fila. Importante dunque era dare il nostro massimo e siamo stati bravi a tenere il risultato sempre sotto controllo: sono tre punti importantissimi proprio sotto questo punto di vista. Ora pensiamo a domenica prossima, andremo a Piacenza una squadra che soprattutto in casa sa mettere in difficoltà qualsiasi squadra: siamo pronti ad affrontare questa sfida”.

Enrico Cester: “Monza aveva giocato sempre molto bene contro i top team, stasera quindi siamo stati in gamba a non farci mettere sotto e portare a casa il risultato pieno. Veniamo da due sconfitte, di cui quella a Berlino particolarmente amara, ma in questa settimana ci siamo imposti di guardare avanti e pensare a partita dopo partita con la massima concentrazione. E ora sotto con Piacenza”.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: