PESARO / Il 15 novembre apre il nuovo centro dei vestiti usati della Caritas

PESARO / Il 15 novembre apre il nuovo centro dei vestiti usati della Caritas

All’inaugurazione prenderà parte anche l’arcivescovo monsignor Piero Coccia

PESARO / Il 15 novembre apre il nuovo centro dei vestiti usati della Caritas

PESARO / Il 15 novembre apre il nuovo centro dei vestiti usati della Caritasdi PAOLO MONTANARI

PESARO – Già due anni fa si era lanciato il campanello d’allarme che il centro dei vestiti usati della Caritas in via Mazzini, non riusciva più a contenere il materiale, cappotti, maglioni, scarpe, pantaloni e vestiti estivi. E’ vero che la cosiddetta guerra fra i poveri era è rimane forte, tanto che si parla anche di un do ut des soprattutto fra i rom. L’Arcivescovo di Pesaro, mons. Piero Coccia, molto sensibile ai problemi sociali e soprattutto degli ultimi,insieme al direttore della Caritas don Marco di Giorgio prima e poi il neo Petrelli e il responsabile del centro d’ascolto Enrico Mancini e ai responsabili e volontari del centro del vestiario, hanno voluto realizzare con sforzi anche notevoli il NUOVO EMPORIO DELL’ABBIGLIAMENTO. “In sostanza, ha sottolineato Andrea  Mancini, due centri distinti. >Il primo è il centro di raccolta degli abiti usati a Villa Fastiggi in via Serra 164, che ha già iniziato ad essre funzionale da lunedì 7 novembre con i seguenti orari: Lunedì ore 9,30-11,30 e Giovedì da ore 16,00 a 18,00

Il gesto del donare ha valore non solo come sostegno a chi si trova in difficoltà, ha sottolineato il direttore del centro d’ascolto della Caritas Mancini, ma anche come gesto formativo di chi lo compie, come atto di educazione al rispetto delle persone e del valore intrinseco del bene offerto.

Abbiamo adottato alcuni criteri: Chi dona deve rispettare la dignità di chi riceve portando ABITI PULITI, LAVATI.STIRATI E CHE SIANO DAVVERO RIUTILIZZABILI

Chi dona potrà lasciare la merce a disposizione anche nel Mercatino della Caritas, in via del Seminario, i cui proventi sono interamente finalizzati ad opere di carità.

Chi dona dovrà portare solo modeste quantità di capi alla volta, per permettere ai volontari di visionare la merce donata insieme ai donatori.

Chi dona potrà compilare una scheda di donazione”.

Un insieme di criteri molto giusti, visto che spesso nella sede di via Mazzini, si è verificata in varie situazioni la classica guerra fra i poveri e lo smercio, in particolare da parte dei Rom, dei vestiti.

Il secondo centro è l’EMPORIO ABBIGLIAMENTO in via Mazzini 46 ,che sarà inaugurato martedì 15 novembre alle ore 16,00 dall’Arcivescovo di Pesaro, mons.Piero Coccia.

Andrea Mancini, ci può illustrare questo nuovo centro?

“L’Emporio Abbigliamento è un luogo di incontro prima che di servizio e si presenta come un vero negozio che distribuisce vestiti,scarpe,coperte e biancheria per la casa a famiglie e singoli, che si trovano in situazioni momentanee di difficoltà economica. E a Pesaro, molte famiglie dove marito e moglie hanno perso il lavoro si trovano in queste situazioni. Nel nostro Centro d’ascolto sono più gli italiani che si presentano per il pagamento delle bollette, viveri e consulenze che stranieri. Ciascun prodotto non reca il prezzo in euro, ma è corredato di un valore espresso simbolicamente in punti.”

Quali sono le regole per accedere all’Emporio?

“L’accesso all’Emporio si ottiene rivolgendosi al Centro di Ascolto della Caritas, che provvederà ad assegnare un punteggio per ciascuna famiglia o singolo utente, in base al numero e all’età dei componenti. Nell’Emporio l’utente presentando un documento di identità, potrà scegliere direttamente dagli scaffali, con l’aiuto di un volontario, gli indumenti che ritiene utili per sé o per la sua famiglia. Successivamente si recherà alla cassa dove il volontario addetto provvederà a scalare dal monte-punti annuale dell’utente i punti utilizzati per gli acquisti. Il servizio viene erogato esclusivamente su appuntamento che dovrà essere prenotato dall’utente tramite un operatore presso il Centro d’Ascolto in via Passeri 98.

Vorrei ringraziare a nome di tutta la Caritas diocesana, il LIons Club Pesaro Host, Lions Club Pesaro Della Rovere, Rotary Club Pesaro, Rotary Club Pesaro Rossini e Soroptimist Club Pesaro, per avere contribuito alla ristrutturazione dei locali dell’Emporio”.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: