PESARO / L’arcivescovo Piero Coccia: “Senza l’impegno della Chiesa in questo territorio ci sarebbe solo desolazione”

PESARO / L’arcivescovo Piero Coccia: “Senza l’impegno della Chiesa in questo territorio ci sarebbe solo desolazione”

PESARO / L'arcivescovo Piero Coccia: "Senza l'impegno della Chiesa in questo territorio ci sarebbe solo desolazione"

PESARO / L'arcivescovo Piero Coccia: "Senza l'impegno della Chiesa in questo territorio ci sarebbe solo desolazione"di PAOLO MONTANARI

PESARO – Chiesa gremita di fedeli per le messe della Festività del Voto 2016 nel Santuario della Madonna delle Grazie.

Più di 5000 fedeli hanno preso parte alla processione per le vie del centro storico. L’Arcivescovo Metropolita di Pesaro monsignor Piero Coccia, di fronte alle autorità civili e militari ha presieduto la messa pontificale per il 161esimo del Voto che i pesaresi offrirono alla Vergine per la guarigione dalla pestilenza che colpì la cittadinanza.

“Occorre puntare gli occhi sull’opera di Maria, ha sottolineato mons.Coccia. Ma noi come chiesa di Pesaro, che cosa dobbiamo fare? Con il Vaticano II si è delineato un modello concreto di Maria. Nella nostra Arcidiocesi guardiamo Maria in 54 parrocchie, 48 sacerdoti di cui 33 attivi, più le associazioni e i movimenti ecclesiali. Ma che cosa ci dice nella nostra società l’insegnamento di Maria? Innanzitutto la figura della Madre è di contemplazione  e di meditazione di fronte ad una società conflittuale che vuole una mediazione.

“Oggi si sente più forte il mistero di Dio che si raggiunge attraverso il mistero dell’uomo. In realtà tutto è mistero e quello che manca è la Fede che non si vive in maniera completa che è invece decisiva per il mistero umano. Oggi se vi sono i problemi è perché si è abbassato il livello della Fede.Ma oggi chi continua l’opera di transizione di Maria? Siamo noi chiesa di Pesaro che opera quotidianamente nel nome di Gesù Cristo. Se la città di Pesaro non avesse la Chiesa che sarebbe di questo territorio? Sarebbe solo di desolazione. Per cui – ha concluso l’Arcivescovo – condividiamo gli sforzi per una chiesa dove l’ecclesialità non sia dispersa  nel mondo ma si maturi in una seria transizione”.

Nelle foto (di MARTA FOSSA): l’arcivescovo di Pesaro, monsignor Piero Coccia

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: