Terremoto, gli agricoltori marchigiani offrono cibo e trattori per rimuovere le macerie

Terremoto, gli agricoltori marchigiani offrono cibo e trattori per rimuovere le macerie

Terremoto, gli agricoltori marchigiani offrono cibo e trattori per rimuovere le macerieANCONA – Gli agricoltori della Coldiretti Marche mettono a disposizione della Protezione Civile i propri trattori e altri mezzi agricoli per supportare le attività di rimozione delle macerie e liberare le strade. Il presidente regionale della Coldiretti, Tommaso Di Sante, e il direttore Enzo Bottos hanno contattato l’unità di crisi per offrire il sostegno degli imprenditori agricoli al lavoro per far fronte ai gravissimi danni causati dal terremoto che ha colpito la nostra regione e il vicino Lazio. Gli agricoltori della Coldiretti sono pronti anche a fornire pasta, pelati, formaggi, latte, frutta, per la popolazione delle zone interessate dal sisma. “Abbiamo ritenuto opportuno, al fine di evitare “confusione”, contattare direttamente la Protezione Civile delle Marche per individuare le necessità primarie – spiegano Di Sante e Bottos – offrendo la nostra disponibilità a procurare derrate alimentari e assistenza lavorativa con l’utilizzo di trattrici agricole per le operazioni di sgombero delle macerie e altro, in coordinamento con l’unità di crisi Coldiretti attivata a livello nazionale”. Per quanto riguarda la situazione nelle aziende agricole della parte marchigiana dell’area interessata dal sisma, al momento si segnalano alcuni crolli di fienili tra l’Ascolano e il Maceratese. Si tratta comunque, sottolinea la Coldiretti regionale, di un bilancio parziale, sulla base di una prima ricognizione presso le aziende associate.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: