Successo a Rocca Costanza del Grand Festival

Successo a Rocca Costanza del Grand Festival

Bielorussi, russi, ucraini e italiani si sono confrontati a Pesaro nei settori della pittura (mostra che rimarrà aperta tutto il mese), della coreografia, del folclore, della ginnastica ritmica e della danza

Successo a Rocca Costanza del Grand Festival Successo a Rocca Costanza del Grand Festival

PESARO – Davvero un Grand Festival quello che si è aperto sabato 4 giugno a Rocca Costanza. Bielorussi, russi, ucraini e italiani si sono confrontati nei settori della pittura (mostra che rimarrà aperta tutto il mese), della coreografia, del folclore, della ginnastica ritmica e della danza. Questi giovani  hanno avuto modo di conoscere pari età di altre nazioni e di arricchire così la propria cultura e le proprie conoscenze.

Il presidente del Consiglio Comunale Luca Bartolucci ha portato il benvenuto della città agli ospiti stranieri sottolineando la ricettività della città a manifestazioni di questo genere e l’opportunità di offrire agli ospiti le bellezze della città di Pesaro.

Domenica, premiazioni a Candelara allietate da un gruppo folcloristico ucraino riscuotendo un grande successo da parte del folto pubblico stipato nella sala mostre del castello (causa la pioggia).

Sabato prossimo, seconda settimana, alle ore 20.45 a Rocca Costanza altri partecipanti di altri paesi (Italia, Russia, Bielorussia, Austria, Ucraina, Lituania, Lettonia e Moldavia). L’organizzatore de La Vie en Rose di Pesaro, Vincenzo Ricci, intervenuto nella serata di premiazione, ha ringraziato quanti con la loro presenza contribuiscono al successo dell’iniziativa che terminerà il 28 giugno prossimo ed ha invitato i pesaresi a partecipare alle serate che prevedono l’ingresso gratuito, compresa la serata jazz e folclore del 19 giugno e della lirica del 24 giugno con i contributi dell’Accademia Internazionale di Canto di Pesaro.

 

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: