E’ morto Vittorio Merloni, cordoglio da tutte le Marche

E’ morto Vittorio Merloni, cordoglio da tutte le Marche

Imprenditore degli elettrodomestici Ariston ed Indesit. Presidente della società di famiglia fino alla malattia. Si è spento allʼetà di 83 anni nella sua Fabriano. E’ anche stato presidente di Confindustria agli inizi degli anni 80

E’ morto Vittorio Merloni, cordoglio da tutte le Marche

FABRIANO – Lutto nel mondo dell’imprenditoria italiana. Dopo una lunga malattia si è spento all’ospedale di Fabriano Vittorio Merloni. Ex presidente di Indesit Company, padre del marchio Ariston e a capo di Confindustria agli inizi degli anni ’80, Vittorio Merloni lascia la moglie Franca Carloni e quattro figli: Maria Paola, i gemelli Andrea e Aristide e Antonella. Nel 2014 il 60% della società fu venduto all’americana Whirlpool.

Merloni aveva 83 anni (era nato nel 1933). Aveva mosso in primi passi nell’azienda del padre Aristide, fondatore della dinastia fabrianese, insieme ai fratelli Francesco (ex parlamentare ed ex ministro) e Antonio. Nel 1975 era nata la Merloni Elettrodomestici, diventata poi Indesit Company, da lui presieduta fino al 2010, quando aveva lasciato la presidenza al figlio Andrea, diventando presidente onorario. Indesit è poi stata ceduta nel 2014 a Whirlpool.

HANNO DETTO

Luca Ceriscioli (Presidente della Giunta regionale)

Il presidente della Regione Marche,  Luca Ceriscioli  e la giunta regionale esprimono profondo cordoglio alla famiglia Merloni  per la scomparsa di Vittorio.  “Le Marche perdono un simbolo della storia industriale marchigiana e italiana. Un uomo che ha contribuito a rendere il sistema produttivo del Paese anche un modello economico internazionale. La figura di Vittorio Merloni, il suo spessore morale e la sua capacità di fare di un territorio un unicum memorabile nella storia economica del Paese,  oggetto di studi e ricerche  negli Atenei di tutto il mondo, è stata indubbiamente una guida, un punto di riferimento per molti. Ha saputo prendere in mano un’eredità importante, facendola crescere, e lascia alle future generazioni il valore di attaccamento autentico alla propria terra di cui le Marche vanno orgogliose”.

 

Antonio Mastrovincenzo (Presidente del Consiglio regionale)

Con la scomparsa di Vittorio Merloni, le Marche perdono una delle figure più rappresentative. Da sempre impegnato nel mondo imprenditoriale e del lavoro, ha ottenuto importanti riconoscimenti nazionali e internazionali. La sua storia personale e professionale rimarrà nella memoria come modello di imprenditoria illuminata. Alla Famiglia e ai suoi cari va il più sentito cordoglio mio personale e di tutta l’Assemblea legislativa che rappresento.

 

Valeria Mancinelli (Sindaco di Ancona)

Nell’apprendere la notizia della scomparsa di Vittorio Merloni desidero manifestare  il mio personale cordoglio -insieme a quello della giunta e di tutta l’Amministrazione comunale nonchè della città di Ancona-  per la perdita di un grande uomo e grande imprenditore del nostro territorio, espressione del genio e della laboriosità marchigiana .    Vittorio Merloni, figlio di Aristide, fondatore delle Industrie Merloni Elettrodomestici, ha saputo affiancarlo, per  poi subentrargli,  nella guida della holding familiare,  traghettandola verso obiettivi sempre più ambiziosi, sapendo  coniugare  capacità imprenditoriale con  spirito di innovazione.     Un simbolo nella storia industriale italiana – è stato anche presidente di Confindustria- che ci ha reso tutti orgogliosi e fieri  e che ha prodotto- oltre ad una molteplicità di posti di lavoro nel tempo-  una iniezione di fiducia per la comunità marchigiana, stimolando molte nuove imprese ad affrontare il mercato nazionale ed estero.  Siamo vicini alla famiglia e a tutta la comunità di Fabriano, istituzioni e cittadini, nel ricordo di Vittorio,  con grande riconoscenza.

 

Emanuele Lodolini (Direzione nazionale del Pd)

“Perdiamo un imprenditore tenace e lungimirante che con intelligenza e lungimiranza ha rappresentato un lodevole esempio di forza economica e innovativa capacità produttiva e commerciale”, commenta l’On. Emanuele Lodolini.

“Con lui se ne va – prosegue il deputato – un protagonista assoluto di quella generazione di imprenditori marchigiani che hanno trasformato la nostra regione e non solo. Personalità di rilievo nazionale, il cui nome è legato alla storia dell’industria nazionale, ha saputo avere e mantenere sempre un forte legame con il territorio”

“Giungano alla famiglia i sensi della commossa partecipazione, mia personale, al dolore che accompagna la sua scomparsa

 

Gianluca Builacchi (Capogruppo del Pd al Consiglio regionale)

“Se ne è andato uno dei più grandi imprenditori marchigiani di sempre. Quando, negli ultimi decenni, si parlava delle Marche come la regione più manifatturiera d’Italia ad ognuno potevano venire in mente alcuni volti, ma senza dubbio il suo c’era sempre. RIP Vittorio Merloni, condoglianze alla famiglia e alla comunità fabrianese”. Così il capogruppo del Partito Democratico della Regione Marche, Gianluca Busilacchi, esprime il suo cordoglio per la scomparsa dell’imprenditore marchigiano.

 

Francesco Comi (Segretario regionale del Pd)

“A nome mio e di tutto il Partito Democratico delle Marche esprimo profondo cordoglio per la scomparsa di Vittorio Merloni, uomo di spessore e maestro di imprenditorialità, una figura le cui straordinarie capacità di visione hanno saputo fruttare grandi benefici al territorio e alla comunità fabrianese e regionale. Il suo impegno e la sua dedizione hanno fatto grande il nome delle Marche in Italia e dell’Italia nel mondo. Ringraziandolo per quello che è stato il suo contributo alla nostra terra, rivolgiamo le nostre condoglianze alla famiglia”. Così il segretario regionale del Partito Democratico delle Marche, Francesco Comi, saluta la dipartita dell’imprenditore marchigiano Vittorio Merloni.

 

Roberto Ghiselli (Segretario generale Cgil Marche)

<Vittorio Merloni è stato un grande imprenditore, un uomo che, con la passione e creatività, ha creato un gruppo rinomato in tutto il mondo, contribuendo in modo determinante allo sviluppo dell’economia e dell’occupazione dei nostri territori>. E’ il messaggio di cordoglio di Roberto Ghiselli, segretario generale Cgil Marche, alla notizia della scomparsa dell’industriale marchigiano. Prosegue Ghiselli: <Merloni è stato l’esempio più significativo dell’imprenditoria locale perché ha saputo coniugare la crescita della sua impresa con la coesione sociale, da sempre fattore importante delle Marche>.

 

Stefano Mastrovincenzo ( Segretario generale Cisl Marche)

“A nome mio personale e di tutta la CISL Marche esprimo profondo cordoglio per la scomparsa di un imprenditore di grande spessore, con una visione capace di coniugare legame col territorio, qualità delle relazioni sindacali, innovazione e dimensione internazionale”

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: