Castelfidardo si conferma culla del pugilato marchigiano

Castelfidardo si conferma culla del pugilato marchigiano

Il Boxing Club di Marra e Gabbanelli ha fatto ancora una volta centro con un’ottima manifestazione

Castelfidardo si conferma culla del pugilato marchigiano Castelfidardo si conferma culla del pugilato marchigiano

di GABRIELE FRADEANI

CASTELFIDARDO – Riunione intensa e combattuta come del resto tutte le manifestazioni organizzate dalla Boxing Club Castelfidardo che si avvia a mantenere la prima posizione nelle Marche e, probabilmente, a migliorare il suo ottimo piazzamento a livello nazionale. Un plauso doveroso a Marra e Gabbanelli che in poco tempo hanno saputo creare un grande Club con sacrificio e tanto impegno. Dodici i match in programma con ben quattro pareggi che la dicono lunga sull’equilibrio manifestatosi sul ring a tutto vantaggio dello spettacolo.

Tre matches campanilistici fra le palestre di Castelfidardo, Macerata, San Benedetto e Civitanova e due società ospiti: la Boxe Foligno e la Planet Fighter. Due i combattimenti femminili in cui le locali Bugliolacchi, al suo debutto, e Summa hanno ceduto il verdetto alle avversarie della Planet di stretta misura. Feto di Castelfidardo e Tomarelli di Foligno hanno disputato tre riprese intense con capovolgimenti di fronte continui. Verdetto al primo anche se a nostro avviso forse un  pareggio avrebbe premiato entrambi gli atleti che si sono veramente spesi al meglio.

Ci è piaciuto molto comunque  Feto che dà sempre il massimo e non si tira mai indietro. Buona la prova di Owie di Portorecanati molto mobile che ha inflitto anche un kd a Tralo della Planet. Fra Keci e Kushtrim ci sin attendeva uno scontro e tale è stato.

I due pugili si sono affrontati caricando tutti i colpi portandoli preferibilmente angolati dalla media e corta distanza. Un  pareggio salomonico che lascia aperta la porta ad un ulteriore combattimento per dirimere una superiorità rimasta inespressa. Mertonyekpon di Castelfidardo ha fatto suo il verdetto ai danni del friulano Grusovin con colpi potenti ed angolati in un combattimento piacevolissimo, seguito con attenzione da tutti i presenti. In chiusura anche Kpogo ha superato il suo avversario Zilli con una terza tornata magistrale. Il confronto fra i marchigiani ed i friulani si è chiuso in perfetto equilibrio con tre vittorie per la Planet Fighter, tre vittorie per i locali ed un pareggio. I migliori fra gli ospiti sono risultati Santacroce e le due ragazze Caneva e Righini, fra i marchigiani si sono distinti particolarmente Owie, Kpogo e Metonyekpon tutti tre di colore.

Ufficiali di servizio: Traini, Ribichini, Di Clementi, Longarini, Ngeleka, Fiordelmondo, Ciarmatori, Pecorari; Comm. Riunione:  Guerrieri; medico Dr. Marinelli

I risultati

Kg 70: Mustafi (B.C. Castelfidardo) e Fanidi (Acc. 1923) pari; kg 69: Feto (B.C. Czastelfidardo) b. Tomarelli (Boxe Foligno); kg 75: Perpepaj (Acc. Portorecanati) e Palazzari (Foligno) pari; kg 64: Santacroce (Planet Fighter) b. Terruccidoro ( B.C.Castelfidardo); kg 60: Loka (Cluana) e Cirilli (Pug. Maceratese) pari; Kg 69: Marcianò (B.C.Castelfidardo) b. Giustozzi (Pug. Maceratese); Kg 48 donne: Caneva (Planet Fighter) b. Bugiolacchi (B.C.Castelfidardo); Kg 57 donne: Righini (Planet Fighter) b. Summa (B.C.Castelfidardo); Kg 60: Owie  (Acc. Portorecanati) b. Tralo (Planet Fighter); kg 69: Kpogo (B.C.Castelfidardo) b., Zilli ( Planet Fighter); Kg 90: Keci ( Pug. Jesina) e Kushtrim (Planet Fighter) pari; Kg 64: Metonyekpon (B.C. Castelfidardo) b. Grusovin ( Planet Fighter).

Nelle foto: Kpogo con Marra e Gabbanelli; Kpogo con il suo avversario Zilli al termine del match

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: