Autotrasporto in ginocchio, si cercano soluzioni adeguate

Autotrasporto in ginocchio, si cercano soluzioni adeguate

Confartigianato Trasporti: “Costruttivo confronto con l’on. Morani, il dr. Bettini in rappresentanza dell’on. Baldelli e con il presidente Biancani”. Al centro dell’incontro, la crisi del settore, i provvedimenti del Governo in materia, le nuove norme sull’omicidio stradale e la dichiarazione di fermo

Autotrasporto in ginocchio, si cercano soluzioni adeguate

PESARO – Importante, costruttivo e partecipato l’incontro del Gruppo dirigente di Confartigianato Trasporti Marche con i parlamentari marchigiani: presente l’On.le Alessia Morani Vice Presidente del gruppo PD della Camera dei deputati, il Dr.Alessandro Bettini  in rappresentanza dell’On.le Baldelli (Forza Italia) e con l’adesione dell’on.le Irene Manzi e Piergiorgio Carrescia (PD). Il presidente della Commissione regionale dei trasporti Andrea Biancani.

Il  Presidente regionale Confartigianato trasporti Elvio Marzocchi ha presentato i dati della grave crisi che interessano l’autotrasporto  e  seppure  i fatturati delle imprese del settore  delle Marche registrano nel 2015 una crescita in linea con l’andamento nazionale (+ 2,5%), quindi in leggera ripresa, pesanti sono i problemi della categoria. Il Segretario Confartigianato Gilberto Gasparoni ha sottolineato, tra questi, l’eccesso di tassazione; (è opportuno confermare il recupero spese non documentate) la concorrenza sleale dei vettori stranieri (cabotaggio illegale…);  l’attuazione del riconoscimento dei contributi alla categoria (250 ml€) a livello nazionale per rimborsi autostradali; i contributi per l’acquisto di nuovi veicoli euro 6 e le agevolazioni per  il Ferrobonus e il Marebonus; la decontribuzione dell’80 % per i titolari e gli autisti internazionali. Introduzione di nuove deroghe al cronotachigrafo per rendere più flessibile il lavoro degli autotrasportatori.

Sulle modifiche al CdS con l’introduzione del reato di “Omicidio Stradale” la Confartigianato  esprime perplessità per il rischio che anche conducenti seri ed onesti, come sono gli autotrasportatori, vengano coinvolti in incidenti con ripercussioni pesanti sul lavoro e l’impresa.

L’On.le Morani nel suo intervento ha dichiarato il suo pieno appoggio alle problematiche suddette impegnandosi ad intervenire con il Ministero competente su ogni punto in questione.  Relativamente alle norme sul reato di omicidio stradale ha sostenuto la giustezze del provvedimento che non intende perseguire i conducenti che mantengano una condotta regolare, ma sanzionare fortemente chi fa uso di droghe o chi guidi in stato di ubriachezza o chi non presti soccorso. Il Dr. Alessandro Bettini ha sottolineato i ritardi sulla pubblicazione dei Decreti attuativi e si è impegnato seppur dal fronte dell’opposizione, a sostenere le giuste rivendicazioni degli Autotrasportatori.

Il Presidente Biancani ha portato la propria solidarietà sulle problematiche nazionali evidenziando l’impegno che la Regione sta mettendo a favore dell’Autotrasporto per migliorare la rete stradale con particolare riferimento alla Fano – Grosseto e alla riconsegna di alcune tratte stradali all’ANAS  che sarà ora in grado di intervenire su una più efficace manutenzione per rendere le nostre strade più agevoli e sicure. Dopo un’ampia discussione sugli argomenti posti in discussione e l’intervento conclusivo della Responsabile sindacale della Confartigianato Pesaro Silvana Della Fornace,   il Gruppo dirigente di Confartigianato  ha condiviso la proposta di andare ad un fermo dell’autotrasporto se non verranno date tempestive e concrete risposte.

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: