L’edilizia marchigiana si gioca la carta del rilancio

L’edilizia marchigiana si gioca la carta del rilancio

L’edilizia marchigiana si gioca la carta del rilancio

Le opportunità di lavoro  per il settore spiegate da Confartigianato ad Ancona nel corso del direttivo di categoria

L’edilizia marchigiana si gioca la carta del rilancio

ANCONA – E’ uno dei settori che più ha risentito della crisi e che più cerca di reagire.  Il comparto delle costruzioni artigiane in provincia di Ancona conta 4.210 aziende registrate, un patrimonio di professionalità e garanzia di  lavoro ben fatto.

Ad Ancona si è riunito il direttivo degli edili di Confartigianato alla presenza del presidente Sergio Cesaretti, per fare il punto sulle iniziativa di formazione  ma anche sulle possibilità di lavoro.

Il Responsabile  di categoria Luca Bocchino ha  presentato  le opportunità  per le quali  le Amministrazioni hanno stanziato importanti fondi. Alcuni degli interventi: MIUR 38 Mln € per 15 comuni italiani (tra cui Osimo, Camerino, Belforte, Folignano e Monteprandone) da destinare ad interventi di rigenerazione del patrimonio immobiliare.

Dal governo centrale  50 milioni di € attraverso mutui trentennali che utilizzano fondi BEI, l’INAIL ha stanziato fondi per 105 scuole che secondo un piano triennale permette la realizzazione di nuovi edifici.

La Regione Marche ha stanziato per L’ERAP 3.387.500 € all’interno del piano regionale di edilizia residenziale 2014-2016 per i comuni di Ancona, Senigallia, Pesaro, Fano, Urbino e Montelabbate ed altri 16 comuni della Provincia. Sempre la Regione Marche, all’interno del Piano annuale 2015, ha sbloccato 39 interventi immediatamente cantierabili  divisi sulla Provincia di Ancona con 9 interventi e 4,8 mln€, Pesaro 7 interventi e 2,7 milioni di €, Ascoli Fermo e Macerata con 23 interventi e circa 10 Milioni di €.

Al direttivo degli edili di Confartigianato sono intervenuti anche la dott.ssa Maila Cascia  Responsabile  Area Lavoro che  ha illustrato le tutele da intraprendere riguardo alla presenza di lavoratori autonomi unitamente all’attività in cantiere e  il dott.  Leonardo Gentile Responsabile  Area Fiscale che  si è soffermato sulle novità relative al Reverse Charge a seguito delle emanazioni delle recenti circolari dell’Agenzia delle Entrate. Per informazioni: Luca Bocchino tel. 071.2293266 –  luca.bocchino@confartigianatoimprese.net

Ag – RIPRODUZIONE RISERVATA - www.altrogiornalemarche.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: