Stampa

Apre oggi ad Osimo la mostra fotografica che presenta 144 opere - molte inedite - di Giacomelli, Ferroni e Salvalai

OSIMO - Si inaugura oggi, sabato 21 settembre alle ore 18, negli spazi del teatro “La nuova Fenice” di Osimo, La Realtà Ingannata, una mostra antologica che alle opere di due grandi maestri della fotografia, Mario Giacomelli e Ferruccio Ferroni, associa gli scatti di un artista loro testimone e allievo, Aristide Salvalai, curatore del catalogo e dell’allestimento insieme con l’”Associazione fotografica Focus” di Senigallia, città-epicentro della fotografia secolare. 
Ricca di inediti e di autentiche sorprese, la mostra propone 144 stampe originali, con una scelta delle sequenze più classiche di Giacomelli (da “Scanno 1957-59” a “Questo ricordo lo vorrei raccontare 1998-2000”) mentre di Ferroni sono esposti sia i celebri vintage anni cinquanta sia gli scatti meno noti della sua ripresa negli anni ottanta. Salvalai lega infine i propri esordi (tra “Incontri sfuggenti” e “Archeologie”) alle recentissime foto di “Nel giardino della casa di Canale”. 
Prodotta dalla “Associazione Amici Animali” (Onlus) in collaborazione con il Comune di Osimo e con il patrocinio della Regione Marche, La Realtà Ingannata prevede, nel corso della inaugurazione, le testimonianze degli eredi Simone Giacomelli e Lidia Barucca Ferroni con gli interventi critici di Fabio Ciceroni e Massimo Raffaeli, che firmano i testi in catalogo.
La mostra resterà aperta fino al 15 dicembre 2013.

Share

AgM - RIPRODUZIONE RISERVATA 

METEO MARCHE

Meteo Marche